lunedì 3 giugno 2013

Le Iene sullo stupro: questa non è informazione, è violenza. Direttore, rispondi

Egr. Direttore di rete Luca Tiraboschi
Gent.ma Tiziana Mazzola, uff. stampa programmazione Italia Uno
E, per conoscenza: Redazione di Le Iene
SLC - Sindacato dei Lavoratori della Comunicazione; al segretario Francesco Aufieri

Egregio Direttore,
ultimamente un notissimo programma di intrattenimento e informazione di Italia1, Le Iene, reso molto popolare da servizi di denuncia che portano alla luce episodi di ingiustizie, truffe e corruzione, si è reso (inaspettatamente) portatore di contenuti fuorvianti e pericolosi riguardo alla percezione del tragico fenomeno della violenza di genere. 
Al punto di raccogliere l’idea, sostenuta da alcuni, che le denunce presentate dalle donne contro violenze sessuali e domestiche, o atti di pedofilia, sarebbe in gran parte “falsa”, addirittura indotta da un presunto malcostume femminile di denunciare “falsi abusi” al puro scopo di fare dispetti a persone di sesso maschile o di ricattare i rispettivi compagni.
Un’idea rivoltante, che nessun riscontro ha nella realtà, e che comporta il gravissimo pericolo di alzare ulteriormente il tasso di misoginia in un paese che vanta già un tristissimo primato nel continuo susseguirsi di femminicidi.

Un’idea che fa capolino anche in un servizio dall’eloquente titolo “Sesso, o stupro?” presentato nella puntata del 2 giugno [vedi anche questo post], in cui si mette in dubbio una sentenza di colpevolezza per stupro aggravato, senza alcun elemento serio. Dunque sulla base di cosa? Del parere dei due condannati.
Un servizio che ci ha profondamente indignato. I due uomini, condannati a 5 anni per stupro di gruppo e lesioni personali aggravate, hanno potuto dichiarare, davanti a milioni di persone, che la sentenza è persecutoria in quanto basata praticamente sul nulla: loro sono innocenti, in quanto adescati da una donna che ha richiesto di far sesso con loro. Cioè il quadro è esattamente lo stesso fornito eternamente dagli accusati, in tutti i processi per stupro che si rispettino: le vere vittime sono loro, mentre il colpevole è chi denuncia lo stupro. Una donna colpevole di calunnia e di avere ingiustamente devastato la loro vita di bravi ragazzi e lavoratori.
In nessun conto sono tenute le lesioni riscontrate dalla vittima al pronto soccorso: abrasioni agli arti, ecchimosi diffuse in tutto il corpo e sul volto. Secondo l’autorevole parere degli intervistati la ragazza se li è procurati nella passione di un atto consenziente: girandosi più volte nell'erba, e poi stava carponi sul terreno, è normale che avesse dei graffietti sulle ginocchia.
E perché la ragazza avrebbe deciso di affrontare un processo per stupro?
perché il giorno dopo si sarà pentita: di cosa? della sua intraprendenza sessuale, e avrà voluto dimostrare che non era colpa sua, andando così a denunciare i due sconosciuti al solo scopo di danneggiarli.
E cosa avrebbe giustificato un servizio che, oltre a colpevolizzare una vittima, infanga il lungo e paziente lavoro degli inquirenti? inesistenti risvolti oscuri.
In conclusione, il conduttore commenta la vicenda adombrando che questa sentenza non convince, e conclude dicendo: non esprimiamo giudizi, ma aspettiamo l'esito del processo di appello.
Si, anche noi. Con fiducia verso la magistratura, che non pensiamo metta in atto strategie persecutorie verso il genere maschile.

Ultimo, e non meno importante: i processi si devono fare solo nelle aule di giustizia, dove sono valutati gli elementi reali per farli. Non in tv, per giunta dando la parola ai soli accusati. Ferme tutte le garanzie costituzionali a difesa degli imputati e delle vittime, la giustizia "fai da te" suggerita in questo servizio delle Iene è inaccettabile nella tesi adombrata, e anche nel metodo, gravemente scorretto.

Pensiamo che il programma e i responsabili di rete si debbano scusare, e sconfessare senza reticenze simili contenuti e la filosofia che vi è sottesa. Noi, invitando a una maggiore vigilanza nella qualità dei messaggi, e negli esiti che possono avere, chiediamo le scuse formali del programma e dei responsabili di rete.
3 giugno 2013


Aggiornamento del 5 giugno
> grazie
•  Grazie! cara, cara Lagostena Bassi. Grazie cara, cara Franca Rame. Grazie, care amiche e amici che state rilanciando questa lettera, vigilando su un problema che NON si può trascurare: è questo un caso in cui il silenzio non è d'oro
Non dimentichiamolo: lo stupro è arma di guerra per eccellenza! in tutte le guerre, e nella guerra trasversale e quotidiana contro le donne di tutto il mondo - che è in grandissima parte guerra mediatica.
> precisazioni
• 1. se volete ricostruire meglio la vicenda, a questo post trovate tutti i link di riferimento.
• 2. di seguito posteremo man mano le figure che stanno comparendo in rete, a commento dell'inqualificabile operazione di victim blaming promossa da questo servizio. Grazie per le vostre segnalazioni. 
• 3. Vi ricordiamo che il victim blaming ha una lunghissima e collaudata storia, che dimostra come si tratti di un'operazione che non va sottovalutata, perché può ingenerare conseguenze estremamente pericolose: non solo per l'effetto disastroso di involuzione culturale, ma anche rispetto all'induzione strettamente correlata di nuova violenza


Vedi anche:
Denunciare per essere bollate come calunniatrici? no grazie.





43 commenti:

  1. grazie
    vedo che molte blogger stanno rilanciando la lettera.. cosa che ho fatto anch'io. E spero saranno in tante a farlo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ringraziamo tutti quelli che stanno partecipando al passaparola.. ad esempio, :-) oltre al tuo blog
      • donne e basta
      http://donne-e-basta.blogspot.it/2013/06/lo-stupro-secondo-le-iene-il-direttore.html
      • donne della realtà
      http://donnedellarealta.wordpress.com/2013/06/03/stupro-o-sesso-informazione-o-violenza-iene-rispondete/
      • comunicazione di genere
      http://comunicazionedigenere.wordpress.com/2013/06/03/le-iene-sullo-stupro-questa-non-e-informazione-e-violenza-direttore-rispondi/
      • ricciocorno schiattoso
      http://ilricciocornoschiattoso.wordpress.com/2013/06/03/le-iene-sullo-stupro-questa-non-e-informazione-e-violenza-direttore-rispondi/
      • blog laboratorio
      http://laretedellereti.blogspot.it/2013/06/sesso-o-stupro-direttore-rispondi.html
      • Massimo Lizzi
      http://massimolizzi.blogspot.it/2013/06/iene-sesso-o-stupro-informazione-o.html
      e.. domani aggiorniamo

      Elimina
    2. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

      Elimina
    3. • Dols
      http://www.dols.it/2013/06/04/direttore-rispondi/
      • Laboratorio Donnae
      http://laboratoriodonnae.wordpress.com/2013/06/04/stupro-o-sesso/
      • Questo uomo no
      http://questouomono.tumblr.com/post/52171276587/questo-uomo-no-35-the-hyenas
      • Elena
      http://ely1space.wordpress.com/2013/06/03/le-iene-sullo-stupro-questa-non-e-informazione-e-violenza-direttore-rispondi/
      • Verità sull'amore
      http://ilpartitodellamore.blogspot.it/2013/06/come-berlusconi-e-ghedini-anche-le-iene.html
      • Favacarpendiem
      http://favacarpendiem.wordpress.com/2013/06/04/le-iene-sullo-stupro-questa-non-e-informazione-e-violenza-direttore-rispondi/
      • Parola si strega
      http://paroladistrega.wordpress.com/2013/06/04/il-programma-tv-le-iene-e-la-violenza-sulle-donne/
      • Italiani oggi
      http://www.italianioggi.it/le-iene-sullo-stupro-questa-non-e-informazione-e-violenza-direttore-rispondi

      Elimina
    4. NB: sotto a questo thread è comparso questo commento:
      Anonimo04 giugno 2013 10:00
      Brave, sono con voi, gli uomini sono tutti maiali e andrebbero eliminati tutti. Ribadiamo una volta per tutte che le donne sono razza superiore!

      Che ora CANCELLO: semplicemente perché qui vorrei lasciare in evidenza solo link utili. In generale (come già detto), i commenti misogini restino pure lì a testimoniare di se stessi, della mentalità violenta che è necessario sradicare.
      Questo tipo di affermazioni, in particolare, che vengono attribuite dai peggiori maschilisti alle donne che non ubbidiscono a loro (le presunte "nazifemministe"), sono affermazioni che ovviamente nessuna di noi farebbe mai.
      Le fanno loro, infatti: che sono nazimaschisti - e che si impegnano alacremente a diffonderle come anonimi o con mille profili falsi (numerosi dei quali di finte donne)

      Elimina
    5. Brave, fate bene a combattere gli uomini, sono tutti marci fino al midollo, l'unica salvezza per loro è farli diventare donne!

      Elimina
    6. • A.R.PA Raggiungimento parità
      http://arparita.blogspot.it/2013/06/lo-stupro-mediatico-iene-e-sciacalli.html
      • No violenza sulle donne
      http://noviolenzasulledonne.blogspot.it/2013/06/le-iene-sullo-stupro-questa-non-e.html
      • Il libro di Ahania
      http://illibrodiahania.blogspot.it/2013/06/il-sesso-del-le-iene.html
      • Metaforum
      http://www.metaforum.it/showthread.php/26483-Iene-Sesso-o-stupro-Informazione-o-violenza

      Elimina
    7. • Nadia Somma, su Il Fatto Quotidiano
      http://www.ilfattoquotidiano.it/2013/06/05/iene-servizio-sesso-stupro-informazione-o-violenza/617021/
      • ripreso da Giulia Globalist
      http://giulia.globalist.it/Detail_News_Display?ID=57685&typeb=0&Le-Iene-su-Italia-1-informazione-o-violenza-
      • e da Articolo 21
      http://www.articolo21.org/2013/06/le-iene-su-italia-1-informazione-o-violenza/
      • da Radio Rivoluzione Civile
      http://www.unpage.it/radiorivoluzionecivile/le-iene-e-il-servizio-sesso-o-stupro-informazione-o-violenza-172906866074628_587711507927493
      • e da http://www.intopic.it/notizia/4991854/, http://247.libero.it/ e altri

      Elimina
    8. • Un altro genere di comunicazione- non è informazione, è violenza
      http://comunicazionedigenere.wordpress.com/2013/06/03/le-iene-sullo-stupro-questa-non-e-informazione-e-violenza-direttore-rispondi/
      • Un altro genere di comunicazione - lo stupro
      http://comunicazionedigenere.wordpress.com/2013/06/07/lo-stupro-2/
      • Sabina Ciuffini, su Una Qualunque
      http://www.unaqualunque.it/a/2844/basta-con-la-cattiva-informazione-sulla-violenza-contro-le-donne.aspx
      • Abbatto i muri
      http://abbattoimuri.wordpress.com/2013/06/05/di-stupri-iene-e-culture-da-combattere/

      Elimina
  2. dice Marcela Legarde (che di violenza se ne intende):
    "La cultura in mille modi rafforza la concezione per cui la violenza maschile sulle donne è un qualcosa di naturale, attraverso una proiezione permanente di immagini, dossier, spiegazioni che legittimano la violenza, siamo davanti a una violenza illegale ma legittima, questo è uno dei punti chiave del femminicidio".

    Fonte: Femminicidio: che l'Italia faccia qualcosa per fermarlo
    StudioCataldi.it
    http://www.studiocataldi.it/news_giuridiche_asp/news_giuridica_13667.asp#commenti

    ps: ottima lettera!
    ciao, Anna

    RispondiElimina
    Risposte
    1. molto, molto interessante, grazie

      Elimina
    2. Molto, molto interessante, grazie, l'ennesima dimostrazione che le donne sono una razza superiore, a cui gli uomini dovrebbero sottomettersi!

      Elimina
    3. anonimo, t'ha lasciato la tipa?

      Elimina
  3. Giusto e sacrosanto. le donne sono una razza superiore e nessuna donna ha mai mentito in vita sua.
    Per quale motivo i nostri parlamentari non fanno una legge che stabilisca che la parola della donna è prova inconfutabile? Le donne hanno subìto sempre da tutti gli uomini, quindi è giusto che la loro parola sia legge.

    RispondiElimina
  4. Da tempo andiamo dicendo che il giornalismo deve stare più attento a quanto comunica, ed al modo - e le parole -con cui lo fa. Prima di affrontare una tematica come quella della violenza, addirittura dello stupro, bisogna sapere di cosa si parla e di come se ne parla. I giornalisti sanno bene che stanno parlando di un delitto "di genere" ed in quanto tale contro l'umanità : questo vuol dire che sanno pure che prima di esprimersi in maniera ambigua rispetto ad uno dei protagonisti può fortemente condizionare l'opinione pubblica. Le donne non sono una massa indistinta, sono persone:ed in quanto tali vanno rispettate, a maggior ragione quando la magistratura si sia pronunciata. Anche le mamme degli stupratori, fin dai primi tempi in cui questo crimine orrendo ha cominciato ad emergere, in aula gridavano che la colpa era delle ragazze con le minigonne: che però non erano morte per un raffreddore! Altolà.

    RispondiElimina
  5. Notare i sorrisi e i dettagli compiaciuti dei due "giusti calunniati". Mica male, per chi dovrebbe essere stato colpito da un'infamia immeritata. ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Invece gli abbracci e gli sbaciucchiamenti della vittima di stupro non fanno una piega, ovviamente...

      Elimina
  6. se posso dire, esiste un'ipotesi perfino peggiore di quella della pura misoginia (che nutre il femminicidio). E che comunque include anche quella.
    http://ilpartitodellamore.blogspot.it/2013/06/come-berlusconi-e-ghedini-anche-le-iene.html

    RispondiElimina
  7. da che mondo è mondo, quando si fa una violenza contro una donna poi si rifila la colpa a lei. Fino a pochi anni, le ragazze VIOLENTATE finivano in RIFORMATORIO.
    E ho detto tutto.
    http://saraelettra.wordpress.com/violenze-e-molestie-sessuali/
    ciao
    Savina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. questo, appunto, è quello che si impara occupandosi di provcessi per stupro: a partire da quello del 1979 qui rappresentato:
      http://www.youtube.com/watch?v=RLurjfwjI4g
      un capolavoro, davvero da vedere.
      E a parte il linguaggio, la sfacciataggine che oggi è molto più abilmente camuffata.. oggi dobbiamo constatare che la mentalità troglodita che colpevolizza le donne per principio (anche se molto meno diffusa) sopravvive tale e quale.

      Elimina
  8. In questa lettera è perfettamente riassunto il mio pensiero. La condivido immediatamente.

    RispondiElimina
  9. Eppure la trasmissione delle iene ha chiaramente mostrato l'innocenza dei due ragazzi. Bisogna indignarci per il sistema giudiziario folle che può rovinare la vita a delle persone solo perché una giudice "crede" alla parola di una donna, forse calunniatrice,

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ha chiaramente dimostrato l'innocenza facendo ascoltar solo gli stupratori e l'avrebbe dimostrata in pchi minuto di servizio??? Ma dai i numeri...???

      Elimina
    2. Gent. anonimo, ti faccio presente che, sull'ipotesi che "forse" i condannati siano innocenti, quel servizio ha costruito il teorema che la vittima sia colpevole, sottoponendola a un processo mediatico il cui esito è un vero e proprio linciaggio di commenti accusatori sulla pagina fb delle Iene e in tanti siti maschilisti che hanno accolto con entusiasmo l'idea.
      Ora: se quella ragazza fosse tua figlia, ti sentiresti tranquillo per lei? o non cominceresti ad avere paura che qualche pazzo la venga a cercare?
      A prescindere che la condanna sia giusta o no (e questo non si decide certo in un servizio di pochi minuti in cui parlano solo gli accusati!), tutto questo è folle e irresponsabile.
      Se qualcuno ha dubbi sulla sentenza, li esprima nelle sedi opportune e faccia un esposto alla Magistratura.

      Elimina
  10. E chiaro che non vedete le cose obbiettivamene.
    Le iene hanno analizzato l'accaduto, portando come prove i VERBALI, ovvero i documenti sui quali si è svolto il processo e CONDANNATO i 2 ragazzi ( che quindi la loro punizione se la sono presa ) e giustamente le Iene hanno sottolineato la NON congruenza tra i referti medici, le testimonianze dei buttafuori e il contesto, con il racconto della ragazza.
    Ragazza che si è RIFIUTATA di rispondere alle domande delle stesse Iene alla partecipazione del servizio. E' chiaro quindi che il dubbio possa sorgere, fermo restando che comunque i 2 sono stati CONDANNATI.
    Vorrei inoltre ricordare che le IENE hanno portato alla luce numerosi casi di abusi/adescamenti su donne o bambini anche con un servizio precedente al suddetto.
    Per me il senso del servizio è che bisogna stare attenti con i capri espiatori perché si può rischiare di rovinare la vita a persone che MAGARI sono innocenti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nossignore, Le iene NON hanno analizzato l'accaduto portando come prove i VERBALI, ma solo estrapolando da essi alcune frasette singole, totalmente avulse dal contesto.

      Sissignore, la ragazza si è RIFIUTATA di partecipare al servizio: solo una pazza o un'idiota, dopo aver già attraversato uno stupro, botte e un processo, si farebbe ri-processare in tv, in allegra compagnia con i suoi stupratori.

      Saluti.

      Elimina
    2. Effettivamente ognuno può dire ciò che vuole e senza aver quanto meno letto i verbali risulta tutto molto nebuloso e questo vale sia per voi(femministe) che per chiunque altro

      Eppure ci son state donne che alle iene hanno denunciato cose ben peggiori e di propria spontanea volontà... lei invece nemmeno un comunicato, nulla.

      Elimina
    3. una donna che ha subito violenza e stupro, e che abbia un avvocato che si rispetti, in questa vicenda sta ZITTA.
      E sappia che noi continueremo a difenderne il diritto a essere rispettata.

      Elimina
  11. Ah e già xk non fare un processo per stupro con 50 mila euro in ballo. In tempi di crisi. E poi ecchimosi e abrasioni una se li può fare anche da sola. Una vergogna la sentenza. Una vergogna non aver ascoltato le versioni di ben tre addetti alla sicurezza. Quella andrebbe denunciata x calunnia altro che stupro. E le donne dovrebbero capire che questa è contro di loro. Perché gli stupri veri magari restano impuniti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. vero: molti stupri restano impuniti; ma per fortuna, quando invece vengono puniti, ci pensano quelli come te a reclamare che tornino ad essere impuniti
      http://de-luca.blogautore.repubblica.it/2013/05/03/ma-lemergenza-e-la-violenza-sessuale-impunita/

      AM

      Elimina
  12. Non commento il fatto in quanto solo chi ha in mano le carte processuali può, quindi prendo per "falso fino a prova contraria" sia gli articoli che accusano i due ragazzi sia il servizio delle iene che mostra solo pochi spezzoni dei documenti estrapolati dal loro contesto.
    Il mio dubbio è questo: l'anno legata e immobilizzata per versarhgli in gola l'alcol? Una persona maggiorenne, uomo o donna che sia vittima o colpevole non dovrebbe mai poter usufruire dello stato di ubriachezza come eventuale attenuante(se colpevole) o aggravante (se vittima). In ogni eccezione, se maggiorenne hai bevuto è colpa tua se sei ubriaco, non è un infermità dovuta da altri. Se io mi ubriaco e nel mentre mi rubano il portafoglio la colpa del furto è di sicuro del ladro (ci mancherebbe) ma non deve esistere nessuna aggravante se io sono ubriaco. A meno che non mi somministrino una sostanza a mia insaputa la colpa di non essere in condizioni di intendere e di volere è mia e di nessun altro.
    Questo a prescindere dall fatto e dal reato di stupro.
    Ripeto: Non entro nella discussione del "stupratori o vittime" perchè nello specifico non ho i dati necessari per commentare.
    Unico commento al caso è che mi fa schifo quanto sia considerato normale l'ubriacarsi e il drogarsi in questo paese.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. non temere: tutti i TUOI dubbi li avranno avuti anche gli inquirenti, e saranno stati ampiamente messi sul piatto anche dalla difesa: una difesa abbastanza spregiudicata di suggerire ai suoi assistiti addirittura di montare un caso mediatico, bollando di calunniatrice davantio a milioni di persone quella che, ad oggi, risulta essere la vittima. Quella che, in tutti i processi per stupro della storia, si cerca di mettere (e spesso con successo) sul banco degli imputati. In Italia, fino agli anni 50 la vittima di stupro finiva in RIFORMATORIO; nei paesi islamici, tuttoggi viene frustata o lapidata. La logica di questi trattamenti è quella sottesa anche all'eterno giustificazionismo dei "bravi ragazzi". Che.. CERTO!!! potrebbero, e sottolineo potrebbero, essere anche - forse, chissà! anche INNOCENTI. Le vittime di errori giudiziari esistono, lungi da noi negarlo.
      Ma la cosa è indimostrabile in 5 minuti di servizio. Ci sono ben 3 gradi di giudizio, dove gli imputatio trattati ingiustamenti possono tirare fuori le loro carte e far valere le loro ragioni - ma, a commento di questo servizio, c'è chi racconta la pazzesca panzana che "uno deve dimostrare l'innocenza perché i processi per stupro danno ragione alla donna per principio"...! la più grossolana, volgare, ridicola menzogna che si possa raccontare.
      Ora, se dopo questo linciaggio collettivo, questa ragazza subisse aggressioni di squilibrati, o (Dio non voglia) cadesse in depressione per le ondate di odio che l'hanno travolta (c'è chi per molto, molto meno ha fatto molto male a sè stessa, lo sapevi?).. chi ne risponderebbe?? la tv ha una grossa responsabilità, che qui è stata usata in modo inaccettabile.

      Elimina
  13. Non ho niente contro le donne, anzi, ma vi vorrei informare che molto spesso le donne accusano falsi stupri. Succede, è anche spesso. Come succede che molti uomini fanno violenze sessuali, e di certo gli uomini condannano questo tipo di violenze. Se vi chiedete perchè la donna in questione ha fatto la denuncia vi rispondo io: si è pentita di averlo fatto con 2 uomini contemporaneamente, e lei per paura di essere giudicata male li ha denunciati, semplice.
    Ovviamente non è sempre così, ma perchè in questo caso lo è? perchè è chiaro che lei non ha subito violenze, SE I BODYGUARD HANNO VISTO LEI CON L'UOMO RIENTRARE NELLA DISCOTECA MENTRE SI ABBRACCIAVANO, COME PUO' ESSERE POSSIBILE CHE E' STATA VIOLENTATA?

    RispondiElimina
  14. Comunque ho l'amaro in bocca, perchè rovinare la vita di questi 2 uomini mi sembra indegno. Anche il fatto dei 50 euro, ma secondo voi, l'uomo prima stupra e poi la paga 50 euro? ma ce scemenze sono mai queste?
    Lo sapete cosa penso, che il giudice perchè donna gli ha condannati, che amarezza.
    Le prove sono li, davanti ai nostri occhi, questa volta è falso stupro. Il bodyguard che ha visto loro 2 entrare abbracciandoci, lei che si voleva drogare e poi accusa i due uomini, possibile che sono stati incriminati? queste sono prove schiaccianti! Gli esami riportano che lei non ha preso droghe, NON HA PRESO DROGHE, e lei dice CHE LORO 2 L'HANNO DROGATA! non vi rendete conto che non ha senso? E' SOLO UNA BUGIARDA E VOI DONNE DOVETE CONDANNARE QUESTE RAGAZZE CHE BUTTANO FANGO SUGLI STUPRI REALI!

    RispondiElimina
  15. Gli elementi mostrati dal servizio sono:
    - L'aver volutamente ignorato le deposizioni di tutti i testimoni
    - L'aver volutamente ignorato le incongruenze nelle testimonianze della "vittima" (es. le droghe inesistenti o le discrepanze tra le varie deposizioni successive)
    - L'aver considerato come prova sufficiente le lesioni alla donna, senza alcun bisogno di provare chi le abbia inferte.

    Voi stesse qui adottate lo stesso atteggiamento, alla faccia della presunzione di innocenza. PROVE non ne vedo addurre. A voi bastano le lesioni, che SICURAMENTE saranno state causate dai due maschi violenti.
    Arrivate addirittura ad ironizzare sull'aspetto dei due ragazzi per mettere in dubbio la credibilità della loro versione: "Due bei ragazzi dall'aspetto non proprio arrapante: uno allampanato, con l'apparecchio ai denti, l'altro in sovrappeso; francamente non irresistibili". Naturalmente se qualcuno ironizzasse sull'aspetto non proprio arrapante di una presunta vittima di stupro per metterne in dubbio la testimonianza, voi gridereste allo scandalo.

    Adesso che la brava giudice misandrica ha punito gli uomini in quanto tali, per voi la Magistratura è santa e intoccabile, e guai a chi ne mette in dubbio l'operato. Ne riparliamo alla prima sentenza a voi sgradita, ok?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quanto odio caro "Anonimo". Ti fanno proprio incazzare ste femministe eh? Bè fattene una ragione: ci siamo rotte di un certo odio, di pregiudizi e stereotipi, di chi non ama e non ha mai amato le donne, soprattutto in quanto esseri umani, diverse nel genere (e solo qui si apre un mondo), ma uguali. UGUALI. Abbiamo preso coscienza caro "Anonimo", e mò basta coi trucchetti delle logiche razionali, dei pesi e delle misure. A noi Donne piacciono i veri Uomini. Due veri uomini non si sarebbero mai approfittati di una donna in stato confusionale, e quindi vulnerabile, anche se per sua scelta. Due veri uomini si sarebbero rifiutati di "usare" (come fosse oggetto) il corpo di una donna ubriaca, e soprattutto due veri uomini non avrebbero lontanamente pensato a darle 50 euro per "la prestazione" ricevuta. L'avrebbero aiutata a riprendersi, a tornare in sè per essere se stessa. Questi due invece sono 2 stupratori. Hanno accertato la vulnerabilità della ragazza e ne hanno fatto oggetto. Di stupro. E' tutto talmente chiaro. Cinque anni sono pochi. Punto.

      Elimina
  16. le false accuse ogni anno rovinano la vita a 30 mila uomini.una percentuale che va dall 80% al 90% di denunce sono infondate.

    carmen pugliese:http://www.youtube.com/watch?v=ZM6Vm3ExMgQ

    uomini,svegliatevi.e voi,nazifemministe,cancellate pure,non serve oscurare,ci stiamo adoperando per diffondere il più possibile quello chei media asserviti alla vostra schifosa campagna misandrica legalizzata nascondono.saluti,meschine.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. • Le false accuse sono le vostre, sig. Anonimo03 settembre 2013 02:43
      A partire da quella del "cancellare": qui i commenti ci sono tutti, e quelli come il suo restano a imperitura auto-denuncia di argomenti che si commentano da soli.

      • Riguardo al fatto che molte denunce vengano ritirate in cambio di soldi, si sa che questo è da sempre un effetto della politica maschilista che riduce le donne (ma anche la povera gente in generale) ad oggetti. Quella di prepotenti che, dopo avere abusato di qualcuno, pretendono sempre che ci sia un prezzo con cui pagare le libertà che si sono presi. Prezzo che, per bisogno e/o costrizione, purtroppo molte/i accettano. Ma non tutti. Suggeriamo a tutti un documento storico alquanto istruttivo: http://www.youtube.com/watch?v=RLurjfwjI4g

      • E' anche noto che in sede di conflitti fra coniugi le accuse reciproche si sprecano fra i genitori immaturi che trascinano i bambini nei loro conflitti. Peccato che gli stessi che suonano l'ossessiva tromba delle "false accuse" pensino di risolvere il problema pretendendo che si zittiscano per legge i bambini, che invece dovrebbero avere la massima possibilità di esprimersi: gli psicologi seri hanno tutti gli strumenti per capire se un bambino è stato manipolato (e addirittura indotto a "false accuse"!), e la cosa si ritorce contro chi lo ha condizionato.
      I figli vanno aiutati mettendoli al centro, NON tappando loro la bocca come "soggetti plagiati" che, dunque, non sono più ammessi nemmeno come testimoni (ed è questo, appunto, il concetto cardine della Pas come sciagurato strumento giuridico).
      http://politicafemminile-italia.blogspot.it/2013/07/laffido-condiviso-la-pas-il-ddl-957-e_29.html

      • Tra gli uomini, la informo, ce ne sono già molti ben più svegli di lei, i quali per fortuna non hanno voglia di farsi manipolare dai manipolatori ossessionati dalla fanta-manipolatrici. Gliene presento uno:
      http://maiorapremunt.blogspot.it/2013/05/padri-separati-not-in-my-name_8.html

      • Il nazifemminismo non esiste, esistono i filonazisti, che sono numerosi nelle fila dei sostenitori delle sue tesi.

      Cari saluti.

      Elimina
    2. cara politica femminile ne azzeccassi uan non saresti donna... sei di parte sei una tifosa delle donne sei femminista. meschina ma le cose saltano fuori.. oggi per esempio un uomo e' uscito di galera dopo 15 anni di prigione su false accuse.. povera te, un altra inchiappettata... cosa dirai adesso? che sono maschiliste le giudicesse che lo hanno liberato? meschina e patetica

      Elimina
  17. Brave, brave, brave! e bravi anche i tanti uomini collegati; e a proposito di collegamenti segnalo qui anche questi pezzi che vi hanno rilanciate e/o si collegano alla cosa:
    1. http://arparita.blogspot.it/2013/06/lo-stupro-mediatico-iene-e-sciacalli.html
    2. http://www.massimolizzi.it/2013/06/iene-sesso-o-stupro-informazione-o.html
    3. http://mamma-forever.blogspot.it/2013/06/le-iene-sullo-stupro-questa-non-e.html
    4. http://donne-e-basta.blogspot.it/2013/06/lo-stupro-secondo-le-iene-il-direttore.html
    5. http://questouomono.tumblr.com/post/52171276587/questo-uomo-no-35-the-hyenas
    6. https://www.facebook.com/photo.php?fbid=613768391975032&set=a.141747052510504.22753.140776222607587&type=1&theater
    7. http://paroladistrega.wordpress.com/2013/06/04/il-programma-tv-le-iene-e-la-violenza-sulle-donne/
    8. http://ilpartitodellamore.blogspot.it/2013/06/come-berlusconi-e-ghedini-anche-le-iene.html
    9. http://laboratoriodonnae.wordpress.com/2013/06/04/stupro-o-sesso/
    10. http://www.dols.it/2013/06/04/direttore-rispondi/
    11. http://comunicazionedigenere.wordpress.com/2013/06/03/le-iene-sullo-stupro-questa-non-e-informazione-e-violenza-direttore-rispondi/
    12. http://ely1space.wordpress.com/2013/06/03/le-iene-sullo-stupro-questa-non-e-informazione-e-violenza-direttore-rispondi/
    13. http://donne-e-basta.blogspot.it/2013/06/lo-stupro-secondo-le-iene-il-direttore.html
    14. http://donnedellarealta.wordpress.com/2013/06/03/stupro-o-sesso-informazione-o-violenza-iene-rispondete/
    ecccccc
    ciao dalla Sardegna

    RispondiElimina
  18. serviziacci come quello alzano il tasso di femminicidi! e del resto sono tipici di reti che non fanno corretta informazione
    http://www.tvblog.it/post/265493/le-iene-polemiche-per-il-servizio-sui-due-presunti-stupratori-di-uras-la-rete-delle-reti-femminili-un-servizio-che-alza-il-tasso-di-misoginia

    RispondiElimina
  19. ma siete tutti fuori? perche' una donna dovrebbe affrontare un processo per stupro? magari per il rimborso di 50 mila euro (CINQUANTAMILA) che lo stato GARANTISCE alla "vittima" di violenza sessuale... oggi per 500 euro la gente AMMAZZA figuriamoci per 50.000...e se si dimostra una falsa accusa? la donna paga? MAI! pazienza abbiamo scherzato... come lo "stupro" di firenze nel quale un donna ha calunniato 6 ragazzi ed e' tuttora libera... complimenti per l'articolo...

    RispondiElimina